Percezione

 

Sulla formazione della percezione e la selezione dei fenomeni percepiti

 

Di Claudio Simeoni

 

Sesta Parte

 




 

EMPATIA E CAPACITA’ EXTRASENSORIALI!

 

 

So perfettamente che non sarò mai in grado di definire compiutamente la percezione extrasensoriale.

La percezione extrasensoriale è una capacità soggettiva (composta da molti fattori ed espressa in molti modi) di percepire il mondo in maniera inusuale. E’ la capacità di afferrare aspetti non omologati dalla società del mondo in cui i soggetti vivono.

Nessuno potrà mai dire compiutamente che cos’è una capacità extrasensoriale. Però, a degli effetti o a delle sensazioni che le persone percepiscono, la scienza dice che c’è un funzionamento cerebrale, neuronale o organico che vi corrisponde. Effetti che possono essere anche il prodotto di una malattia, ma non necessariamente.

Scopo di questo lavoro è riuscire a far comprendere come la percezione extrasensoriale sia, sia naturale che “sviluppabile” mediante l’attività dell’individuo.

Il mio scopo non è quello di definire una capacità extrasensoriale, ma quello di usare la scienza per dimostrare che le capacità extrasensoriali esistono e che le persone le possono usare. Con il Crogiolo dello Stregone ho tracciato la via per sviluppare le capacità sensoriali ed extrasensoriali, con questo lavoro voglio dimostrare come la "scienza" conferma la presenza fisiologica di ciò che Il Crogiolo dello Stregone indica.

Ogni lavoro che si inizia, in questo campo, dovrebbe essere sviluppato all’infinito, ma io sono costretto a chiuderlo per dedicarmi ad altri argomenti. Altri argomenti sia religiosi, sociali che di altra natura che mi pressano.

Per il momento ho individuato nove situazioni che spiegano alcuni fenomeni che normalmente vengono attribuiti dalla percezione extrasensoriale e dei quali la ricerca scientifica ha individuato una realtà fisiologica.

La consistenza del lavoro mi ha indotto a farne nove pagine sempre relative alla percezione extrasensoriale che caricherò un po’ alla volta.

 

 

INDICE:

 

1)   Empatia, vista e tatto nella formazione della percezione;

 

2) Empatia e relazioni sociali;

 

3) Comunicazione telepatica;

 

4) Il cervello nello stomaco;

 

5) Le basi dell’empatia e l’esperienza mistica;

 

6) Il rumore di fondo;

 

7) La prescienza;

 

8) Il colpo di genio;

 

9) Il già visto: déjà vu;

 

 

TORNA ALL'INDICE STREGONERIA E PERCEZIONE

 

 

Claudio Simeoni

Meccanico

Apprendista Stregone

Guardiano dell'Anticristo

P.le Parmesan, 8

30175 Marghera - Venezia

tel. 041933185

e-mail: claudiosimeoni@libero.it

 

TORNA ALL'INDICE DEI TESTI DE “Il Crogiolo dello Stregone”