Alle maledizioni e agli insulti del dio dei cristiani
si risponde maledicendo il dio dei cristiani,
il loro Gesù e tutti i servi:
ebrei, cristiani e musulmani.

Maledire il dio dei cristiani e il desiderio
di Bagnasco e Ratzinger di dominare gli uomini

Claudio Simeoni

Vai all'indice generale dell'idea sociale, religiosa e filosofica di MALE!

Le maledizioni del dio degli ebrei e dei cristiani

 

Da dove nasce il concetto di maledizione?

Il concetto di maledizione nasce dalla bestemmia messa in atto dal dio degli ebrei, dei cristiani e dei musulmani contro gli uomini e la società civile.

Eufemisticamente vengono chiamate maledizioni. Il dio padrone pretende di maledire gli uomini e nessun uomo, pena le minacce di morte dei servi del dio padrone, gli dà del pezzo di merda rivendicando il proprio essere uomo in contrpposizione alle pretese del dio dei cristiani di trasformare gli uomini in servi e in sudditi.

Quando il concetto di maledizione viene elevato a manifestazione divina?

Quando il dio maledice?

Molti Dèi dell'antichità portavano sciagure o venivano onorati in presenza di sciagure, ma nessun dio antico ha mandato sciagure perché non era onorato, né minacciava di sciagure se non veniva onorato.

Diverso è il discorso di Ratzinger e Bagnasco che ricattano la società civile tentando di imporre la il loro assolutismo filosofico e religioso in sostituzione a quel relativismo, manifestato dalla Costituzione della Repubblica che rende ogni individuo un cittadino padrone delle proprie scelte e del proprio futuro.

L'assolutismo che Ratzinger vuole imporre alla società civile è l'assolutismo manifestato dal dio padrone davanti al quale costringe bambini in ginocchio, imponendo loro con la violenza criminale, di soggettivare la fede nel suo dio, soggettivare la paura nel suo dio, renderli impossibilitati a fondare il loro futuro in quanto attanagliati dall'angoscia che Ratzinger impone loro.

Nella società cristiana (ed ebrea) la maledizione è l'atto con cui il loro dio, il dio padrone, chiede che gli Esseri Umani stuprino la loro vita per la sua maggior gloria. Se gli Esseri Umani non accettano di stuprare la loro vita a maggior gloria del dio padrone (e di Bagnasco, e di Ratzinger, e di Scola ecc.) il dio padrone (e Ratzinger, e Bagnasco, e Scola ecc.) minacciano di distruggere la vita degli Esseri Umani.

Dice il Catechismo della Chiesa Cattolica: "Capitolo terzo, La risposta dell'uomo a dio"

"144 Obbedire nella fede è sottomettersi liberamente alla Parola ascoltata, perché la sua verità è garantita da Dio, il quale è la Verità stessa. Il modello di questa obbedienza propostaci dalla Sacra Scrittura è Abramo, la Vergine Maria ne è la realizzazione più perfetta."

"145 La Lettera agli Ebrei, nel solenne elogio alla fede degli antenati, insiste particolarmente sulla fede di Abramo: "Per fede Abramo, chiamato da Dio, obbedì partendo per un luogo che doveva ricevere in eredità, e partì senza sapere dove andava" (eb 11,8). Per fede soggiornò come straniero e pellegrino nella terra promessa. Per fede Sara ricevette la possibilità di concepire il figlio della promessa. Per fede, Abramo offrì in sacrificio il suo unico figlio."

Dice il Catechismo della Chiesa Cattolica: "Capitolo secondo; Dio viene incontro all'uomo"

"105 Dio è l'autore della Sacra Scrittura. "Le cose divinamente rivelate, che nei libri della sacra scrittura sono contenute e presentate, furono consegnate sotto l'ispirazione dello Spirito Santo. La Santa Madre Chiesa, per fede apostolica, ritiene sacri e canonici tutti interi i libri sia dell'Antico che del Nuovo Testamento, con tutte le sue parti, perché, scritti sotto l'ispirazione dello Spirito Santo, hanno Dio per autore e come tali sono stati consegnati alla Chiesa."

Le maledizioni e i ricatti che pronuncia il dio dei cristiani sono le maledizioni e i ricatti alla società civile che fa Ratzinger, Bagnasco, Scola, ecc., qualora le persone non si mettano in ginocchio davanti a loro. E sono ATTI, ATTI FISICI, di vero e proprio terrorismo. Bombe, come quelle di Al Qaeda, forse ancor più micidiali e assassine perché esplodono nella psiche dei ragazzi rendendoli impotenti nel progettare il loro futuro.

Ed è importante leggere l'assolutismo che Ratzinger oppone al relativismo. Un Ratzinger, un Bagnasco, un Scola ecc. che hanno un solo fine: ricattare la società civile affinché si sottometta, come ordina e impone il loro dio che LORO non censurano!

Leggiamo dalla Bibbia, dal libro del Deuteronomio (cap. 28, vv. 15 - 68)

"Ma se non obbedirai alla voce del Signore tuo Dio, se non cercherai di eseguire tutti i suoi comandi e tutte le sue leggi che oggi io ti prescrivo, verranno su di te e ti raggiungeranno tutte queste maledizioni.

Sarai maledetto nella città e maledetto nella campagna.

Maledette saranno la tua cesta e la tua madia.

Maledetto sarà il frutto del tuo seno e il frutto del tuo suolo; maledetti i parti delle tue vacche e i nati delle tue pecore.

Maledetto sarai quando entri e maledetto quando esci.

Il Signore lancerà contro di te la maledizione, la costernazione e la minaccia in ogni lavoro a cui metterai mano, finché tu sia distrutto e perisca rapidamente a causa delle tue azioni malvage per avermi abbandonato.

Il Signore ti farà attaccare la peste, finché essa non ti abbia eliminato dal paese, di cui stai per entrare a prender possesso.

Il Signore ti colpirà con la consunzione, con la febbre, con l'infiammazione, con l'arsura, con la siccità, il carbonchio e la ruggine, che ti perseguiteranno finché tu non sia perito.

Il cielo sarà di rame sopra il tuo capo e la terra sotto di te sarà di ferro.

Il Signore darà come pioggia al tuo paese sabbia e polvere, che scenderanno dal cielo su di te finché tu sia distrutto.

Il Signore ti farà sconfiggere dai tuoi nemici: per una sola via andrai contro di loro e per sette vie fuggirai davanti a loro; diventerai oggetto di orrore per tutti i regni della terra.

Il tuo cadavere diventerà pasto di tutti gli uccelli del cielo e delle bestie selvatiche e nessuno li scaccerà.

Il Signore ti colpirà con le ulcere d'Egitto, con bubboni, scabbia e prurigine, da cui non potrai guarire.

Il Signore ti colpirà di delirio, di cecità e di pazzia, così che andrai brancolando in pieno giorno come il cieco brancola nel buio. Non riuscirai nelle tue imprese, sarai ogni giorno oppresso e spogliato e nessuno ti aiuterà.

Ti fidanzerai con una donna, un altro la praticherà; costruirai una casa, ma non vi abiterai; pianterai una vigna e non ne potrai cogliere i primi frutti.

Il tuo bue sarà ammazzato sotto i tuoi occhi e tu non ne mangerai; il tuo asino ti sarà portato via in tua presenza e non tornerà più a te; il tuo gregge sarà dato ai tuoi nemici e nessuno ti aiuterà.

I tuoi figli e le tue figlie saranno consegnati a un popolo straniero, mentre i tuoi occhi vedranno e languiranno di pianto per loro ogni giorno, ma niente potrà fare la tua mano.

Un popolo, che tu non conosci, mangerà il frutto della tua terra e di tutta la tua fatica; sarai oppresso e schiacciato ogni giorno; diventerai pazzo per ciò che i tuoi occhi dovranno vedere.

Il Signore ti colpirà alle ginocchia e alle cosce con una ulcera maligna, della quale non potrai guarire; ti colpirà dalla pianta dei piedi alla sommità del capo.

Il Signore deporterà te e il re, che ti sarai costituito, in una nazione che né tu né i padri tuoi avete conosciuto; là servirai dèi stranieri, dèi di legno e di pietra; diventerai oggetto di stupore, di motteggio e di scherno per tutti i popoli fra i quali il Signore ti avrà condotto.

Porterai molta semente al campo e raccoglierai poco, perché la locusta la divorerà.

Pianterai vigne e le coltiverai, ma non berrai vino né coglierai uva, perché il verme le roderà.

Avrai oliveti in tutto il tuo territorio, ma non ti ungerai di olio, perché le tue olive cadranno immature.

Genererai figli e figlie, ma non saranno tuoi, perché andranno in prigionia.

Tutti i tuoi alberi e il frutto del tuo suolo saranno preda di un esercito d'insetti.

Il forestiero che sarà in mezzo a te si innalzerà sempre più sopra di te e tu scenderai sempre più in basso.

Egli presterà a te e tu non presterai a lui; egli sarà in testa e tu in coda.

Tutte queste maledizioni verranno su di te, ti perseguiteranno e ti raggiungeranno, finché tu sia distrutto, perché non avrai obbedito alla voce del Signore tuo Dio, osservando i comandi e le leggi che egli ti ha dato.

Esse per te e per la tua discendenza saranno sempre un segno e un prodigio.

Poiché non avrai servito il Signore tuo dio con gioia e di buon cuore in mezzo all'abbondanza di ogni cosa, servirai i tuoi nemici, che il Signore manderà contro di te, in mezzo alla fame, alla sete, alla nudità e alla mancanza di ogni cosa, essi ti metteranno un giogo di ferro sul collo, finché ti abbiano distrutto.

Il Signore solleverà contro di te da lontano, dalle estremità della terra, una nazione che si slancia a volo come aquila: una nazione della quale non capirai la lingua, una nazione dall'aspetto feroce, che non avrà riguardo al vecchio né avrà compassione del fanciullo; che mangerà il frutto del tuo bestiame e il frutto del tuo suolo, finché tu sia distrutto, e non ti lascerà alcun residuo di frumento, di mosto, di olio, dei parti delle tue vacche e dei nati delle tue pecore, finché ti avrà fatto perire.

Ti assedierà in tutte le tue città, finché in tutto il tuo paese cadano le mura alte e forti, nelle quali avrai riposto la fiducia. Ti assedierà in tutte le tue città, in tutto il paese che il Signore tuo Dio ti avrà dato.

Durante l'assedio e l'angoscia alla quale ti ridurrà il tuo nemico, mangerai il frutto delle tue viscere, le carni dei tuoi figli e delle tue figlie, che il Signore tuo Dio ti avrà dato.

L'uomo più raffinato tra di voi e più delicato guarderà di malocchio il suo fratello e la sua stessa sposa e il resto dei suoi figli che ancora sopravvivono, per non dare ad alcuno di loro le carni dei suoi figli delle quali si ciberà; perché non gli sarà rimasto più nulla durante l'assedio e l'angoscia alla quale i nemici ti avranno ridotto entro tutte le tue città.

La donna più raffinata e delicata tra di voi, che per delicatezza e raffinatezza non si sarebbe provata a posare in terra la pianta del piede, guarderà di malocchio il proprio marito, il figlio e la figlia e si ciberà di nascosto di quanto esce dai suoi fianchi e dei bambini che deve ancora partorire, mancando di tutto durante l'assedio e l'angoscia alla quale i nemici ti avranno ridotto entro tutte le tue città.

Se non cercherai di eseguire tutte le parole di questa legge, scritte in questo libro, avendo timore di questo nome glorioso e terribile del Signore tuo Dio, allora il Signore colpirà te e i tuoi discendenti con flagelli prodigiosi: flagelli grandi e duraturi, malattie maligne e ostinate.

Farà tornare su di te le infermità dell'Egitto, delle quali tu avevi paura, e si attaccheranno a te.

Anche ogni altra malattia e ogni flagello, che non sta scritto nel libro di questa legge, il Signore manderà contro di te, finché tu non sia distrutto.

Voi rimarrete in pochi uomini, dopo essere stati numerosi come le stelle del cielo, perché non avrai obbedito alla voce del Signore tuo Dio.

Come il Signore gioiva a vostro riguardo nel beneficarvi e moltiplicarvi, così il Signore gioirà a vostro riguardo nel farvi perire e distruggervi; sarete strappati dal suolo, che vai a prendere in possesso.

Il Signore ti disperderà fra tutti i popoli, da un'estremità fino all'altra; là servirai altri dèi, che né tu, né i tuoi padri avete conosciuti, dèi di legno e di pietra. Fra quelle nazioni non troverai sollievo e non vi sarà luogo di riposo per la pianta dei tuoi piedi; là il Signore ti darà un cuore trepidante, languore di occhi e angoscia di anima. La tua vita ti sarà dinanzi come sospesa a un filo; temerai notte e giorno e non sarai sicuro della tua vita.

Alla mattina dirai: Se fosse sera! e alla sera dirai: Se fosse mattina!, a causa del timore che ti agiterà il cuore e delle cose che i tuoi occhi vedranno.

Il Signore ti farà tornare in Egitto, per mezzo di navi, per una via della quale ti ho detto: Non dovrete più rivederla!

E là vi metterete in vendita ai vostri nemici come schiavi e schiave, ma nessuno vi acquisterà."

Deuteronomio 28, 15-68

Dio dei cristiani e degli ebrei, lo sai che sei un pezzo di merda? Non ti vegnogni a minacciare le persone. Pezzo di deficiente che l'aids ti possa friggere il cervello tuo e di tutti quei crminali ebrei, cristiani e musulmani che non condannano le cagate di merda che sputi da quella bocca da culo che ti ritrovi.

Possa te, quel miserabile verme pederasta e trafficante di schiavi appeso in croce, e quei delinquenti di uomini che violentano i loro figli stuprandoli per costringerli in ginocchio a pregare, crogiolarsi nella tua stessa angoscia e nel tuo stesso fallimento esistenziale.

Pezzo di merda che ogni malattia e ogni flagello colpisca i miserabili che hanno rinunciato ad essere cittadini per essere tuoi servi. Coglioni che sputano sulla loro società rubando il pane prodotto da altre mani.

Dio dei cristiani, pezzo di merda, maledetti saranno gli ebrei, i cristiani, i musulmani che hanno rinunciato ad essere uomini per diventare tuoi servi.

Gli uomini hanno il diritto di rispondere maledicendo il dio di ebrei e cristiani rispondendo alle minacce e alle maledizioni di quel maiale e dei suoi servi che si permettono di insultare gli uomini che vivono con onestà la loro società senza essere servi di un maiale che si permette di offenderli.

Alle maledizioni del dio di ebrei e cristiani agli uomini, si risponde con le maledizioni al dio dei cristiani, al pederasta in croce e ai suoi servi siano essi ebrei, cristiani o musulmani.

Che strano, io pensavo che condannava le persone all'inferno, non che macellasse la loro vita fisica. Allora significa che quando macellava la vita fisica, la chiesa cattolica e i cristiani altro non facevano che eseguire gli ordini del loro dio assassino! Col diritto di proprietà degli Esseri Umani ridotti a schiavi, la chiesa cattolica e i cristiani hanno macellato gli Esseri Umani.

E che si deve aspettare? Che la chiesa cattolica stupri la Costituzione della Repubblica per ridurre le persone a schiave e costringerle alle maledizioni che il suo dio impone?

E' il terrorismo manifestato dagli adoratori di questo dio criminale che costruisce il disagio sociale. Che costringe i ragazzi al bullismo; che predispone le persone a diventare consumatrici di droga; che impone alle persone stati psichici depressivi; che spinge al femminicidio per imporre sottomissione; che alimenta la pedofilia e la pederastia; che legittima i sistemi mafiosi; che spinge al suicidio; che impone comportamenti criminali ad imitazione di quel dio padrone.

Quando in una società il sistema del terrore, dell'omicidio, della galera, è l'unico modo con cui confrontarsi nei problemi, quella società è destinata alla distruzione. Una distruzione che può servire solo a criminali come Ratzinger, Bagnasco, Scola, ecc. che fanno del dominio e dello stupro delle persone attività in obbedienza al loro dio padrone.

Finché non si imporrà loro di rispettare, nella lettera e nella prassi, i principi Costituzionali, ma si consentirà loro di manipolare i ragazzi al fine di costringerli alla loro fede con la violenza e col ricatto, la società civile dovrà sempre affrontare i problemi che l'attività criminale di questi personaggi imporrà ai ragazzi per costringerli alla fede nel dio delle maledizioni.

Marghera, 06 luglio 2007

 

NOTA: Lo so che col Concordato lo Stato ha convenuto di non perseguire penalmente la chiesa cattolica e il dio dei cristiani per i reati che commette insultando i cittadini italiani.

Tuttavia, il fatto che lo Stato ha rinunciato all'azione penale, mediante il Concordato, concedendo la possibilità di commettere quei reati in situazioni private di culto (poi, le pistole puntate alla testa ai cittadini da parte della Polizia di Stato, hanno esteso illegalmente questo diritto facendolo uscire dalla sfera privata), non significa che il dio dei cristiani non commetta reati e delitti nei confronti dei cittadini italiani che vanno dal razzismo all'istigazione all'odio e all'istigazione al genocidio.

Delitti che vanno dall'esaltazione della violenza sui minori (pederastia), alla legittimazione della schiavitù e della disuguaglianza sociale.

vai indice del male assoluto

 

 

 

 

Home Page

Claudio Simeoni

Meccanico

Apprendista Stregone

Guardiano dell'Anticristo

Membro fondatore
della Federazione Pagana

Piaz.le Parmesan, 8

30175 Marghera - Venezia

Tel. 3277862784

e-mail: claudiosimeoni@libero.it

Dai microfoni di RadioGamma5 i Pagani parlarono di idee di libertà

finché il terrore cristiano impedì loro di parlare

Chiesa cattolica e l'attività di terrorismo

E' sciocco nascondere la testa sotto la sabbia. La chiesa cattolica è una monarchia assoluta in nome e per conto del suo dio padrone. Fino a modificazioni sostanziali, l'Italia è una Repubblica Democratica. I due regimi sono antagonisti e la chiesa cattolica disprezza la libertà sociale della Democrazia che deve distruggere in ogni modo, spesso con la complicità di Istituzioni complici.