Capire il significato dei Salmi della Bibbia

 

Salmo N. 14 (13)

 

L’uomo senza dio

o

Depravazione generale

 

Vai all'indice della presentazione delle parafrasi dei salmi ebrei e cristiani.

 

 

La versione esoterica

del Salmo 14 (13)

 

 

 

 

L’uomo libero pensa: “finalmente mi sono liberato del padrone”

Cercare la libertà è una cosa abominevole,

chi è libero non agisce più secondo la volontà

del dio padrone.

 

Il dio padrone dal cielo si china sugli uomini

per vedere se esiste uno schiavo a lui fedele:

se c’è uno sottomesso al suo volere.

 

Tutti gli uomini si sono liberati, tutti rifiutano il dio padrone;

più nessuno fa dell’obbedienza il suo dovere, neppure uno,

Non comprendono nulla i ribelli agli ordini del dio padrone

che alimentano la ribellione alla sottomissione al dio padrone.

 

Chi cerca la libertà, non invoca il dio padrone;

il dio padrone trema davanti a colui che invoca la libertà.

Il dio padrone confonde i desideri di libertà del

suo schiavo.

Il dio padrone si presenta come rifugio del suo schiavo,

intanto lo costringe alla miseria.

 

Venga la schiavitù dei popoli da Gerusalemme.

Quando il dio padrone condurrà i suoi schiavi

a macellare gli uomini liberi,

esulterà Giacobbe, gioirà Israele,

nell’esultanza dei campi di sterminio nazisti.

 

 

 

.

 

 

 

La versione essoterica

che nasconde l’aspetto esoterico

del Salmo 14 (13)

 

 


 
Lo stolto pensa: «Non c'è Dio».
Sono corrotti, fanno cose abominevoli:
nessuno più agisce bene.
 
Il Signore dal cielo si china sugli uomini
per vedere se esista un saggio:
se c'è uno che cerchi Dio.
 
Tutti hanno traviato, sono tutti corrotti;
più nessuno fa il bene, neppure uno.
Non comprendono nulla tutti i malvagi,
che divorano il mio popolo come il pane?
 
Non invocano Dio: tremeranno di spavento,
perché Dio è con la stirpe del giusto.
Volete confondere le speranze del misero,
ma il Signore è il suo rifugio.
Venga da Sion la salvezza d'Israele!
Quando il Signore ricondurrà il suo popolo,
esulterà Giacobbe e gioirà Israele.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Nel salmo 14 il servo dei servi del dio padrone si compiace dell’idea che chi non è un suo schiavo “la pagherà cara”.

 

06 marzo 2011

Claudio Simeoni

Meccanico

Apprendista Stregone

Guardiano dell’Anticristo

P.le Parmesan, 8

30175 – Marghera Venezia

Tel. 3277862784

e-mail claudiosimeoni@libero.it

TORNA ALL'INDICE DEI TESTI SUL MALE!