Capire il significato dei Salmi della Bibbia

 

Salmo N. 2

 

Il re Messia

 

Vai all'indice della presentazione delle parafrasi dei salmi ebrei e cristiani.

 

 

La versione esoterica

del Salmo 2

 

 

 

Perché i popoli cercano la libertà?

Perché i popoli vogliono uscire dal giogo del dio padrone?

Insorgono gli uomini coraggiosi

E gli artisti dipingono grandi spazi

senza un padrone e il servo del padrone:

“Spezziamo le catene del dio padrone,

abbattiamo le sbarre della prigione!”

Se ne ride chi usa le camere a gas.

Il dio padrone schernisce chi vorrebbe la libertà per i suoi figli.

Il dio padrone del campo di sterminio parla loro con ira,

li minaccia con le camere a gas.

 

Dice lo schiavo al dio padrone:

“Io l’ho costruito, mio padrone,

sul Sion mio santo monte”.

Annunzierò il decreto del mio padrone.

Il mio padrone mi ha detto: “Tu sei mio figlio

io oggi ti ho generato.

Chiedi a me, ti darò in possesso le persone trasformate in schiavi.

Ti darò in dominio i confini della terra.

Ti divertirai a macellare le persone, trasformate in schiavi,

con scettro di ferro; come vasi d’argilla le frantumerai.”

 

E ora, sovrani, siate saggi: diventate schiavi!

Giudici, istruitevi, non cercate Giustizia,

Servite il dio padrone con timore e tremore.

Esultate nel servire il vostro dio padrone.

Che non si sdegni di voi e voi non perdiate la vita.

Improvvisa divampa il suo desiderio di campi di sterminio.

Beato chi farà funzionare per lui le camere a gas.

 

 

 

 

 

La versione letterale

che nasconde l’aspetto esoterico

del Salmo 2

 

 

 

Perché le genti congiurano
perché invano cospirano i popoli?
Insorgono i re della terra
e i principi congiurano insieme
contro il Signore e contro il suo Messia:
«Spezziamo le loro catene,
gettiamo via i loro legami».
Se ne ride chi abita i cieli,
li schernisce dall'alto il Signore.
Egli parla loro con ira,
li spaventa nel suo sdegno:
«Io l'ho costituito mio sovrano
sul Sion mio santo monte».
 
Annunzierò il decreto del Signore.
Egli mi ha detto: «Tu sei mio figlio,
io oggi ti ho generato.
Chiedi a me, ti darò in possesso le genti
e in dominio i confini della terra.
Le spezzerai con scettro di ferro,
come vasi di argilla le frantumerai».
 


E ora, sovrani, siate saggi
istruitevi, giudici della terra;
servite Dio con timore
e con tremore esultate;
che non si sdegni e voi perdiate la via.
Improvvisa divampa la sua ira.
Beato chi in lui si rifugia.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La parafrasi permette di comprendere immediatamente il significato esoterico dei salmi, in questo caso il salmo n.2 dal titolo “Il re messia”.

 

In questo salmo, il salmista si identifica col dio padrone. Il salmista è il dio padrone che deride le persone.

Il salmista dice. “Io sono il vostro padrone; io sono onnipotente; io vi ho rinchiuso in un campo di sterminio e voi dovete solo obbedire o morire.” “Voi” dice il salmista ebreo e cristiano “Non avete diritto alla libertà. Voi siete solo degli schiavi che si agitano inutilmente contro me che sono il vostro padrone!”

22 aprile 2010

Claudio Simeoni

Meccanico

Apprendista Stregone

Guardiano dell’Anticristo

P.le Parmesan, 8

30175 – Marghera Venezia

Tel. 3277862784

e-mail claudiosimeoni@libero.it

TORNA ALL'INDICE DEI TESTI SUL MALE!