Capire il significato dei Salmi della Bibbia

 

Salmo N. 9 (prima parte del 9-10)

 

Dio trionfatore sugli empi

o

Dio abbatte gli empi e salva gli umili

 

Vai all'indice della presentazione delle parafrasi dei salmi ebrei e cristiani.

 

 

La versione esoterica

del Salmo 9

 

 

 

 

 

O dio padrone,

Hai minacciato le nazioni di distruzione,

Hai sterminato chiunque cercava la libertà,

Il loro nome hai cancellato in eterno.

Per sempre sono abbattute le fortezze di chi voleva

costruire la libertà dei popoli,

E’ scomparso il ricordo di libertà nelle città

che hai distrutto, o dio padrone.

 

Ma il dio padrone sta assiso in eterno

Erige con terrore il suo possesso;

Giudicherà il mondo secondo il suo volere

Si impossesserà dei popoli e al suo possesso

ne piegherà le cause.

 

Il dio padrone sarà un rifugio per

il suo schiavo obbediente,

Il desiderio angoscioso dell’obbedienza

lo spingerà a rifugiarsi in lui.

Confidino in te i tuoi schiavi

Perché non abbandonerai chi invoca la schiavitù.

 

Cantate inni al dio padrone che abita a Sion,

Narrate tra i popoli i suoi portenti.

Vendica nel sangue,

non dimenticare o dio il desiderio

di schiavitù dei suoi schiavi.

 

Abbi pietà di me o dio padrone

Vedi che non possiedo schiavi,

per colpa di chi vuole la libertà.

Tu mi hai strappato alla libertà,

Perché io, come schiavo, potessi

tessere le lodi del mio padron,

possa esultare perché mi hai salvato dalla libertà

alle porte della città di Sion.

 

Sprofondano i popoli nella fossa

che si sono scavati,

nella rete che hanno teso si impiglia il loro piede.

Il dio padrone si è manifestato,

ha ripreso possesso dei suoi schiavi;

chi cercava la libertà è caduto

nella rete costruita con le sue mani.

 

Chi vuole la libertà torni negli inferi,

siano distrutti i popoli che non

si sottomettono al mio dio padrone.

Il povero non sarà dimenticato dal dio padrone,

purché continui ad essere povero.

La speranza degli afflitti non sarà

delusa dal dio padrone,

purché vivano nell’afflizione fino alla loro morte.

 

Sorgi dio padrone, non prevalga l’uomo libero:

davanti a te siano condannate le genti.

Torturale, terrorizzale, riempi le genti di

spavento, o dio padrone;

sappiano le genti che sono mortali.

 

 

 

 

 

La versione essoterica

che nasconde l’aspetto esoterico

del Salmo 9

 

 


 
Loderò il Signore con tutto il cuore
e annunzierò tutte le tue meraviglie.
Gioisco in te ed esulto,
canto inni al tuo nome, o Altissimo.
 
Mentre i miei nemici retrocedono,
davanti a te inciampano e periscono,
perché hai sostenuto il mio diritto e la mia causa;
siedi in trono giudice giusto.
 

Hai minacciato le nazioni, hai sterminato l'empio,
il loro nome hai cancellato in eterno, per sempre.
Per sempre sono abbattute le fortezze del nemico,
è scomparso il ricordo delle città che hai distrutte.
 
Ma il Signore sta assiso in eterno;
erige per il giudizio il suo trono:
giudicherà il mondo con giustizia,
con rettitudine deciderà le cause dei popoli.
 
Il Signore sarà un riparo per l'oppresso,
in tempo di angoscia un rifugio sicuro.
Confidino in te quanti conoscono il tuo nome,
perché non abbandoni chi ti cerca, Signore.

Cantate inni al Signore, che abita in Sion,
narrate tra i popoli le sue opere.
Vindice del sangue, egli ricorda,
non dimentica il grido degli afflitti.
 
Abbi pietà di me, Signore,
vedi la mia miseria, opera dei miei nemici,
tu che mi strappi dalle soglie della morte,
perché possa annunziare le tue lodi,
esultare per la tua salvezza
alle porte della città di Sion.
 
Sprofondano i popoli nella fossa che hanno scavata,
nella rete che hanno teso si impiglia il loro piede.
Il Signore si è manifestato, ha fatto giustizia;
l'empio è caduto nella rete, opera delle sue mani.

Tornino gli empi negli inferi,
tutti i popoli che dimenticano Dio.
Perché il povero non sarà dimenticato,
la speranza degli afflitti non resterà delusa.
 
Sorgi, Signore, non prevalga l'uomo:
davanti a te siano giudicate le genti.
Riempile di spavento, Signore,
sappiano le genti che sono mortali.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La parafrasi permette di comprendere immediatamente il significato esoterico dei salmi, in questo caso il salmo n. 9 come prima parte di un salmo che funge da confine. Infatti, in molte traduzioni c’è la doppia numerazione che parte dall’unificazione del salmo col salmo 10. Il tema di entrambi i salmi sono il trionfo del dio padrone contro chi si ribella al dio padrone o ai suoi servi che lo rappresentano. E’ uno di quei salmi che invitano a macellare i nemici che non si sono sottomessi al dio padrone e a chi li rappresenta e legittimano il genocidio delle persone che cercano la libertà. La traduzione dei salmi usata è molto edulcorata e tende a nascondere con termini “smussati” tutto l’odio del dio padrone e dei suoi servi per gli schiavi che cercano la libertà. Il salmo 9-10 è il trionfo del dio padrone su un campo di sterminio grande come l’intera società umana.

06 marzo 2011

Claudio Simeoni

Meccanico

Apprendista Stregone

Guardiano dell’Anticristo

P.le Parmesan, 8

30175 – Marghera Venezia

Tel. 3277862784

e-mail claudiosimeoni@libero.it

TORNA ALL'INDICE DEI TESTI SUL MALE!