Il mondo circostante

L'Anticristo e la salvezza dell'umanità

Il Libro dell'Anticristo

di Claudio Simeoni

Cod. ISBN 9788891170873

Per chi vuole comprarlo in libreria

Il mondo che ci circonda

Un Essere che respira ossigeno avrà cura di non danneggiare l'aria in quanto questa gli consente di vivere. Solo il fare dei cristiani e degli adoratori di dei avvelena l'aria, avvelena l'acqua e il cibo con quantità pazzesche di veleni gettati sulla terra, taglia indiscriminatamente alberi, al fine di costruire condizioni sempre peggiori di vita, per poter più facilmente bloccare lo scorrere dell'Energia Vitale negli Esseri in generale e negli Esseri Umani in particolare. Loro, Esseri autosacrificatisi al loro dio, devono portare al macello anche tutti gli altri Esseri.

Per loro è chiaro il senso: "Crepi Sansone con tutti i Filistei!". Cioè sé stessi con tutto il genere umano.

Ma loro non fanno così, s'obietta da qualche parte. Sono troppo subdoli e troppo vigliacchi per rendere manifesto il significato delle loro azioni. Essi affermano: "Scaricare i veleni nell'aria non fa male: è tanta l'aria!" "Scaricare i veleni nel mare non fa male: è grande il mare!" "Scaricare i veleni sulla terra non fa male: è grande la Terra!" I cristiani in particolare e i deisti in generale non rispettano nulla né provano gratitudine per niente e per nessuno.

Essi si considerano fatti a immagine e somiglianza del loro dio. Essi sono il dio in terra; almeno così vogliono far credere. Essi applicano i dettami del loro dio. La terra non è ciò che è perché nel corso di miliardi di anni è venuta formandosi, ma è così perché il loro dio l'ha creata. Dunque, come può l'uomo distruggere o danneggiare ciò che dio creò? Non è forse stato il loro dio a donargli la Terra affinché la stuprassero, sottomettendola ai loro bisogni? Non fu il loro dio a dire: "Bestie, andate e moltiplicatevi!". Non è forse il loro dio che, dopo aver donato loro la Terra, donerà loro anche il paradiso? Perché dunque i cristiani dovrebbero preoccuparsi del mondo circostante?

I cristiani usano la scenografia per fregare gli sciocchi. Per togliere la sicurezza dal cuore degli Esseri Umani, con comportamenti da baraccone. Come potrebbero farne a meno? Non dispongono di altro!

"Ed ecco a voi Cristo che guarisce il lebbroso."

Applausi dalla platea!

"Ed ecco a voi S. Gennaro che scioglie il sangue."

Bene! Bravo! bis!

Non è scenografia per la scenografia, ha una funzione precisa: riaffermare la superiorità degli dei sopra gli Esseri Umani. Togliere la sicurezza dal cuore dell'Essere Umano costringendolo a cercarla in un dio. Un dio pastore del proprio bestiame!

"Sei tu capace di guarire la lebbra? Sei forse dio?"

"Gli dei ne sono capaci e anche i loro profeti!"

Buffoni!!!

Tentano di strappare la Conoscenza dopo aver bloccato il cervello e il corpo (il cervello con la barriera del GIH, il corpo bloccando la soddisfazione dei bisogni fondamentali), ora i loro servi pretendono di prenderci in giro.

"Guardate quanta pietà; noi curiamo gli ammalati, diamo sollievo alle sofferenze." Costoro omettono di dire (e cercano di cancellare dalla memoria) quanti massacri hanno organizzato, quante rapine, quanti furti, quanta violenza hanno prodotto nei confronti di interi popoli per diffondere fame, disperazione, malattie e ignoranza nel rapporto fra l'individuo e il proprio circostante, al fine di costruire il terreno su cui diffondere la propria carità e costruire il proprio potere coercitivo nei confronti dei popoli stessi.

Parlano di pace omettendo di parlare di giustizia (specie quando essi coincidono col Comando Sociale) e parlano di diritti e democrazia quando altrimenti i loro interessi ne verrebbero a soffrire. La correttezza non sta nel curare le persone, ma nel non costruire situazioni nocive né per Esseri Umani né per nessun altro Essere.

Come farebbero i cristiani a fondare il proprio potere senza la miseria e senza le malattie (più che di malattie si tratta dell'atteggiamento fatalistico di accettazione della malattia come volontà del dio)?

Le statue degli dei hanno sempre lacrimato e, prima di quelle dei cristiani, quelle dei romani e dei greci. I fenomeni cosiddetti paranormali sono molto più normali di quanto questa banda di ipocriti e vigliacchi voglia ammettere. Costoro necessitano di riaffermare continuamente il potere dei loro dei sull'intera Specie Umana.

Ultimamente sono un po' disperati, da quando una parte della Specie Umana ha scoperto come procreare troppi figli sia deleterio, preferendo il ricorso alla contraccezione e all'aborto.

Loro hanno bisogno di bestie umane per produrre Energia Vitale Stagnata per i propri dei; ultimamente, a loro giudizio, troppe bestie hanno preferito essere uomini e donne anziché vacche e tori da riproduzione.

Loro hanno bisogno del "miracolo" fatto al rullo dei tamburi (anche se preferiscono i cannoni) perché non hanno altro da cui far derivare la loro "fede".

Gli Esseri Umani, gli Esseri Luminosi, la Natura, i Pianeti, il Sole, la Terra stessa formano la Micro Entità Anticristo. L'Anticristo non può essere formato da "bestiame": questo gli sarebbe deleterio. Egli può comprendere solo Esseri che sviluppino il proprio Potere di Essere andando a caccia della realtà delle cose: di ogni realtà. Non abbisogna di Esseri Umani che preghino o vi s'appellino, ma di Esseri Umani decisi a prendere nelle proprie mani il proprio divenire.

La micro Entità Anticristo è!

Il suo interesse per la Specie Umana è finalizzato ad impedire, o comunque limitare al minimo, la produzione d'Energia Vitale Stagnata. Attraverso questo: indebolire gli Esseri spacciatisi per dio creatore costringendoli a "saltare" su un altro piano del proprio sentiero, sottraendoli al bisogno dell'Energia Vitale Stagnata.

L'Entità Anticristo è un'Entità composta da un gran numero di Esseri che svilupparono la Coscienza di Sé lungo il sentiero del Se e intendono continuare a farlo, indipendentemente dall'uguaglianza o dalla diversità del sentiero stesso. Nessuno è al servizio dell'Anticristo: ogni Essere è al servizio di sé stesso e ha come compito principale lo sviluppo del proprio Potere di Essere, cioè agire lavorando per costruire condizioni ottimali per svilupparsi. Gli Esseri diventano Anticristo quando i loro bisogni ed interessi coincidono lungo il sentiero del Se, quando cominciano a percepire l'Essenza delle Coscienze e i movimenti di queste nel mondo circostante, quando imparano a disprezzare le gabbie: ogni gabbia!

L'Anticristo è il mondo circostante.

All'Anticristo non s'addicono né grancasse, né miracoli. La Coscienza dell'Anticristo è la Coscienza risultante di tutte le Coscienze che lo compongono; il volere dell'Anticristo è il volere risultante di tutti i voleri che lo compongono; la volontà dell'Anticristo è la volontà risultante delle volontà degli Esseri che lo compongono. La Coscienza dell'Anticristo è Potere Personale: la risultante del Potere Personale di tutti gli Esseri che lo compongono.

Ogni Essere che contribuisce a formare l'Entità Anticristo è l'Anticristo; l'Anticristo è ogni Essere che lo compone!

Quando la distruzione del pianeta diventa troppo veloce, ecco i cristiani trasformarsi in difensori del pianeta, colpevolizzando massaie, operai, contadini e tutti gli strati sociali più deboli, accusandoli di volerlo distruggere. Si guarderanno bene dal cambiare le condizioni di vita: come potrebbero allora continuare a mantenere il controllo delle persone?

Scopo dei deisti è quello di rallentare, bloccare e distruggere i flussi d'Energia Vitale, per trasformarla in Energia Vitale Stagnata ad uso e consumo dei loro dei. Scopo principale dei cristiani è quello di trasformare gli Esseri Umani in bestiame. "Ammazzatele, queste bestie" dicono "ma lentamente". Non come gesto o per uno scopo, ma per l'interesse dei loro dei. Per i cristiani e per i deisti l'Essere Umano deve morire lentamente. Molto lentamente: il più lentamente possibile.

L'Essere Umano non deve chiavare. Perché questo rigenererebbe la sua Energia Vitale, lo rivitalizzerebbe dandogli nuovo movimento. Deve però fare figli, altre bestie per i loro dei, e staranno attenti a bloccare l'Energia Vitale a quei fanciulli. I giovani possiedono energia nuova, sanno saltare, non hanno paura di volare: sono pericolosi. Molto pericolosi per i loro dei. Meglio se i giovani, con la loro esistenza, aiutano gli adoratori di dei ad ammazzare di fatica i loro genitori: "Partorirai e vivrai nel dolore". Il piacere, per i cristiani, non deve esistere fra le bestie del loro allevamento.

La gioia e il divenire, per gli adoratori di dei, sono orrore. Essi devono creare la miseria per elargire la loro carità, la loro pietà, la loro morale, devono trasformare la società degli uomini in un campo di sterminio in stile nazista. Ma i cristiani, e gli adoratori di dei in generale, sono molto più bravi dei nazisti: essi vogliono che il loro campo di annientamento e sterminio abbia dimensioni planetarie.

Avvelenarono l'aria rendendola letale.

Avvelenarono l'acqua imputridendola.

Avvelenarono la Terra cospargendola di veleni.

Sterminarono ogni forma vivente, perché ad Essi dava fastidio (ricordiamo la feroce e gratuita caccia al lupo nell'intera Europa).

Fecero marcire i corpi degli Esseri Umani imbottendoli di farmaci. Strapparono agli Esseri Umani i loro flussi d'Energia Vitale, per trasformarla e darla in pasto ai loro dei. Dettero ai vecchi il diritto di dire che cosa i giovani potevano o non potevano fare e costruirono galere affinché questi obbedissero. Si spartirono il pianeta al fine di recintarlo e disegnare su di un pezzo di carta le parti che spettavano ad ogni rappresentante del dio in terra, affinché i bifolchi non avessero nessun luogo dove andare se non per servire un altro padrone: un altro dio.

Eppure anch'essi venivano sterminati dal cancro, dai collassi, dagli infarti, dagli ictus cerebrali e dai cento morbi della cui provenienza non si curavano. Loro, piccoli dei, si descrivevano immortali e poi? poi era sempre troppo tardi per poter reagire.

Guardando costoro, il primo istinto è quello di sparargli addosso: quale errore! Loro vorrebbero questo! Perché le loro azioni altro non sono che un canto di autoannientamento ed essi hanno bisogno di individuare chi sa leggere tali canti e distruggerlo, facendolo diventare uguale ad essi. Usare la violenza contro di loro è un errore di infantilismo o di disperazione: essi sono la violenza. Il loro potere si basa sull'uso soggettivo di galere, poliziotti e magistrati.

C'è forse un altro modo per fermarli?

C'è l'impedire loro di macellare gli Esseri, ogni Essere. Impedire loro di trasformare gli Esseri Umani in bestiame sacrificale per il loro dio. Loro, senza violenza, sono deboli come la loro Energia Vitale. Non hanno ideali, non possiedono morale che non sia quella coercitiva, non hanno dignità nelle loro scelte, non concepiscono il piacere e il desiderio della vita: sanno solo ricattare e terrorizzare con le galere, la tortura, la morte.

Quando si è deboli, ci si sottrae. Ci si sottrae sempre da ogni sfida non voluta né impostata. Ogni Essere che percorra la via dello sviluppo della Coscienza di Sé in ogni momento è solo contro tutti i deisti insieme. Chi sviluppa la Coscienza di Sé diventa un anello fondamentale della specie cui appartiene e non può permettere che altri s'approprino del suo spazio vitale senza mettere in atto contromisure.

Ricostruire foreste ed equilibri della Natura è fondamentale per la Specie Umana. Un cacciatore di Coscienza di Sé s'inserisce col proprio fare nella Natura, diventando tutt'uno con essa, perché egli sa che la natura in realtà è la NATURA. Difenderà gli equilibri più bassi raggiunti da questa per permetterle di risollevarsi.

Ogni Essere Umano è inserito in un Sistema Sociale ed è il comando di quel Sistema Sociale ad avvelenare il tutto, colpevolizzando il singolo. Le acque sono avvelenate perché il Comando Sociale ha autorizzato i complessi industriali a distruggere le acque, o ha finto di non vedere, fingendo soltanto di perseguirli.

Togliere l'obolo alla vedova è da criminali, togliere l'obolo agli industriali è ridicolo! Gli organi preposti al giudizio non vedono, gli organi preposti al controllo non parlano, mentre i giuristi interpretano, annegando i fatti nelle parole.

La gente, impotente, muore lentamente con buona parte del Comando Sociale e magari gli adoratori di dei s'apprestano a far ricadere la colpa sulle spalle di una massaia che ha osato fare un bucato di troppo. Bisogna proteggere l'ambiente senza colpire né caricare di lavoro i più deboli della piramide sociale; senza dire, a chi non può controbattere, cosa fare: farlo e basta.

Ciò significa far scorrere i flussi dell'Energia Vitale, costruire un nuovo modo di fare. Piantare nuovi alberi; impedire agli sterminatori (li chiamano cacciatori) di continuare la loro inutile e nociva opera; non è vero che la caccia è "l'antico istinto dell'uomo cacciatore" (questo per quanto riguarda i paesi UE e limitrofi): è piuttosto il solito istinto del cristiano macellaio di Esseri indifesi. Chiudere gli zoo, chiudere il commercio di Esseri del regno animale; trasformare i lager chiamati allevamenti: anche i polli hanno diritto ad un minimo di vita. Sia vacche che maiali hanno il diritto di tentare di accumulare Energia Vitale e quanto meno di tentare il passaggio nella specificità della loro via alla Coscienza di Sé. I loro prodotti allora saranno migliori.

Per fare questo è necessario cambiare il modo di rapportarsi col mondo circostante, liquidando quello imposto dai cristiani nel corso dei secoli.

E' necessario cercare un posto in cui stare, un posto dove stare bene col mondo circostante, dal quale ricevere vibrazioni d'Energia Vitale e al quale trasmettere le proprie. Un posto, anche piccolo, dal quale spiccare un balzo nell'infinito. Un posto pieno dell'essenza degli Esseri, con gli Esseri, per gli Esseri. Un posto dove gli Esseri prendono ciò che necessita loro e il ricordo del cane che piscia sul pane che non riesce a mangiare si perde nella nebbia delle leggende.

E' necessario ricordare come un cacciatore di Coscienza di Sé si rapporta col mondo circostante, dando la priorità all'adattamento soggettivo rispetto ad esso, mentre un cristiano tenderà ad adattarlo alle proprie esigenze.

La modifica del circostante operata da un cacciatore di Coscienza di Sé sarà la più piccola possibile e giusto quella che serve ai suoi bisogni immediati. Un cristiano renderà se stesso statico; un Essere Umano, in cui l'Energia Vitale scorre libera, renderà se stesso dinamico.

La NATURA sa riparare i guasti inferti dai cristiani.

L'Energia Vitale può scorrere libera. L'importante è che la Specie Umana non infierisca, non continui la distruzione, non la trasformi in orrore. Quando diventa orrore, il processo da solo non s'invertirà: sarà necessario dargli una mano!

Se il cristiano ha le mani per distruggere, l'Essere Umano può usare le mani per aiutare la NATURA a distruggere l'orrore. L'importante è invertire i processi distruttivi messi in atto dai vari Comandi Sociali della Specie Umana. Importante è che ogni Essere Umano in cui scorre Energia Vitale libera dia il proprio contributo per invertire i processi degenerativi, di cui i cristiani, e prima di loro altri adoratori di dei, sono gli artefici.

Un po' alla volta, giorno dopo giorno, i flussi d'Energia Vitale riprenderanno a scorrere in tutta la loro magnificenza.

Seconda parte de “Il Libro dell'Anticristo”: IL MONDO CIRCOSTANTE!

Vai indice de
La salvezza dell'Anticristo

Non aspettatevi dal Libro dell'Anticristo
un'opera letteraria, un disegno, un ricamo.
Il cambiamento del modo di guardare il mondo
è un'insurrezione emotiva, una violenza,
con cui l'attenzione dell'individuo modifica
la sua descrizione del mondo.
Tale cambiamento non avviene nell'uomo
con atteggiamenti eleganti, con dolcezza,
gentilezza, cortesia, riguardo e magnanimità.
Avviene perché l'individuo se lo impone come propria necessità.
Il Libro dell'Anticristo fornisce gli strumenti
che consentono all'uomo di guardare al futuro,
anche quando questi strumenti possono risultare mal esposti!

Vai all'indice del
Libro dell'Anticristo

Formattazione attuale fatta il

Marghera, 10 aprile 2014

Claudio Simeoni

Meccanico

Apprendista Stregone

Guardiano dell'Anticristo

Tel. 3277862784

e-mail: claudiosimeoni@libero.it

Il Libro dell'Anticristo

Il Libro dell'Anticristo, fu scritto nel 1985. Quella versione è stata modificata fino al 1990. Il Libro dell'Anticristo è stato messo in web abbastanza presto, e ha subito formattazioni di pagina diverse a seconda di come i siti presentavano le pagine web. La versione che presento è la versione originale del Libro dell'Anticristo nella copia che per un anno è stata depositata in Siae come Opera prima. L'aver scoperto che il Libro dell'Anticristo, che apre con la visione del divenuto dell'Universo, altro non fa che risolvere il paradosso di Hegel che fa coincidere l'Essere col Nulla, nella previsione di affrontare questo argomento nella Teoria della Filosofia Aperta, mi ha indotto oggi 09 aprile 2014 a rifare la formattazione dell'intero libro.